mag 27, 2020

Conferire il vetro sembra facile, ma non giudicare solo dalla …trasparenza!

 

Fare la raccolta differenziata del vetro è una operazione apparentemente semplice, ciò nonostante capita spesso di commettere gravi errori.

Ci sono diversi prodotti che sembrano vetro, ma che non sono compatibili con il processo di riciclo. Vediamoli insieme!

  • Ceramica: piatti, tazze e tazzine hanno una temperatura di fusione più alta di quella del vetro e non possono essere riciclati. Piccoli cocci possono essere gettati nell’indifferenziato, ma per quantitativi maggiori è bene recarsi presso l’ecocentro comunale e conferire nel cassone dedicato agli inerti.
  • Pirex: le pirofile sono realizzate in vetro borosilicato, detto anche vetroceramica. Proprio come la ceramica, vanno conferite nell’indifferenziato o negli inerti presso l’ecocentro.
  • Cristallo: a causa dell’alta percentuale di piombo, bicchieri e oggetti di cristallo non possono essere riciclati. Anche loro nell’indifferenziato!
  • Bicchieri di vetro: è davvero difficile distinguere vetro e cristallo ad occhio nudo: per non danneggiare la raccolta, non conferire alcun tipo di bicchiere nel vetro.
  • Specchi: non sono riciclabili e vanno conferiti come rifiuti ingombranti.
  • Lampadine: le lampadine alogene e ad incandescenza finiscono dritte nell’indifferenziato; tutte le altre (fluorescenti, a risparmio energetico, led, neon…) sono RAEE e vanno portate agli ecocentri.
  • Sacchetti di plastica: se utilizzi un sacchetto di plastica per raccogliere il vetro, ricordati di non inserirlo nel contenitore, poiché costituisce una impurità. Solo in pochi comuni è consentito l’utilizzo del sacco di plastica.

Allora cosa dobbiamo conferire nel vetro?

Beh, semplice!

Puoi conferire imballaggi, quali

  • Bottiglie di vetro
  • Vasetti e barattoli
  • Boccette di profumo
  • Deodoranti roll-on in vetro

Poche ultime regole, ma importanti

  • Elimina tutto ciò che è facilmente asportabile: i tappi di metallo vanno svitati da bottiglie e vasetti.
  • Non preoccuparti di separare le etichette: verrà fatto meccanicamente negli impianti.
  • Svuota sempre i contenitori, ma ricorda che non è necessario lavarli.
  • Il vetro in lastre e le damigiane di grosse dimensioni vanno portate agli ecocentri comunali.

 

 
lug 6, 2020

Rusco 2.0 – Due studenti geek per un riciclo intelligente

Due giovani studenti di informatica; un progetto da realizzare per l’esame di maturità; la passione per la tecnologia e la…

lug 6, 2020

Cosa significa raccolta differenziata 4.0?

Ne chiacchieriamo con Luca Salici, nel corso della sua rubrica “Tante care cose” Listen to “Junker app, la raccolta differenziata…

lug 1, 2020

Nulla si crea e nulla si spreca…

è vero, soprattutto per il rifiuto organico! Perché fare la raccolta differenziata dell’organico è fondamentale? Perché se vengono trattati correttamente…